Sacchetti protettivi col sale

06.05.2018

Il sale ha una storia magica antichissima ed è uno dei migliori ingredienti nelle magie di protezione e purificazione; altrettanto possiamo dire dei sacchettini magici .

Per questo incantesimo occorrono:

★ una candela bianca
★ sale grosso marino o salgemma
★ tessuto rosso. 
★ ago e filo rosso
★ incenso in grani, ulivo, ginepro o rosmarino.

★ acqua di fonte

Scelta dei tempi.

Non c'è un momento preciso per questo incantesimo: va bene sia orario diurni sia notturno, qualsiasi giorno ed in ogni fase lunare. Tuttavia è bene scegliere le corrispondenze più appropriate allo scopo personale. È importante ricordarsi la fase lunare perché bisogna ricaricare l'amuleto mensilmente.

Il Rituale.

Radunati tutto l'occorrente procedi con una purificazione personale e, se sei abituato a farlo può tracciare un cerchio magico e sistemare l'altare operativo.

Per prima cosa, accendi la candela per richiamare la Luce spirituale e proteggerti dalle forze tenebrose e negative.

Ritaglia un quadrato di stoffa (precedentemente lavata in acqua salata) e cucilo in modo da formare un sacchetto o un piccolo cuscinetto avendo cura di lasciare un apertura. È importante che sia ricamato a mano dalla persona che esegue il rito, quindi occorre armarsi di pazienza e concentrarsi sul proposito dell'incantesimo mentre si esegue questa operazione. Può essere utile salmodiare delle preghiere o intonare un canto di potere per accompagnare il lavoro. La tessitura, il cucito ed il ricamo sono strettamente legati alla stregoneria da epoche immemori: nell'antichità la tessitrice significava anche incantatrice e molte dee della magia erano anche le protettrici del filato (es. Iside o Aracne o Athena). Quando è pronto mettilo da parte.

Adesso, avvia l'incenso e manda il fumo sul sale. Fatto questo, con le mani, mischialo recitando delle preghiere e concentrandoti sul tuo scopo di protezione. Quando senti che è sufficientemente carico, inserisci questo sale nel sacchetto. Puoi cucire la parte aperta per chiudere completamente l'amuleto.

A questo punto, l'amuleto è quasi pronto. Dovrai benedirlo con una preghiera chiedendo la benedizione dei quattro elementi ed eventualmente di un'entità spirituale: aspergilo con l'acqua consacrata, passalo sul fumo dell'incenso. In questo modo riceverà la benedizione dei quattro elementi (fuoco, aria, terra e acqua).

Attendi che la candela si esaurisca da sé, dopodiché puoi usare usare l'amuleto.

★ Se è destinato alla protezione personale o di qualcuno occorre che sia indossato in prossimità della pelle (es. Fissato sotto i vestiti con una spilla o appeso a una cordicella).
★ Se la protezione può essere più leggera può essere riposto in tasca, in borsa o nel portafogli.
★ Può essere sistemato nel letto (es. sotto il materasso o agganciati alla spagliera) per proteggere il sonno (es. incubi) o per favorire la guarigione di un malato.
★ Un sacchetto in ogni angolo delle stanze formano una barriera protettiva per la casa ed i suoi abitanti.

★ I sacchetti non devono mai essere aperti.
★ Occorre sapere che, come tutto in natura, anche gli incantesimi sono soggetti alla ciclicità: inizio, svolgimento e termine. Perciò bisogna ricaricare il talismano una volta al mese ripetendo l'aspersione e la fumigazione.
★ Quando sentirai il bisogno di disfatti di questo amuleto, bisogna porlo in acqua corrente affinché il sale si sciolga. Bruciare la stoffa.


LadyDeath75