I Drows

20.06.2018

I drow discendenti dell'antica sottorazza degli elfi dalla pelle scura chiamati Ilythiiri, devono il loro aspetto attuale dalla maledizione che le divinità degli elfi scagliarono su di loro quando decisero di seguire la dea Loth lungo il sentiero del male e della corruzione. Conosciuti anche come elfi scuri, hanno una pelle nera che sembra simile a ossidiana lucida e capelli di un bianco accecante o di un giallo pallido. Normalmente hanno occhi molto chiari e sono più piccoli ed esili degli elfi normali. I drow conoscono un linguaggio gestuale appartenente unicamente alla loro razza, il Linguaggio Silenzioso Drow, che consente loro di comunicare in silenzio attraverso semplici gesti con le mani ad una distanza di 36 metri, purchè siano visibili gli uni agli altri. Si possono incontrare in luoghi dove la luce del sole batte poco o per nulla come groitte, il sottosuolo, chiese, cripte, tombe megalitiche come i Domen.

 A volte chiamati Elfi scuri o oscuri, queste astute creature vagano in cerca di preda per le caverne e i tunnel del mondo sotterraneo, dominando enormi città sotterranee con la paura e la forza. Venerano la Notte e le sue Divinità primordiali e sono tra gli abitanti del sottosuolo più temuti e rispettati.

I Drow sono simili ai loro parenti di superficie, ma più bassi e snelli, hanno la pelle scura, che varia dal nero al viola pallido. La maggior parte dei Drow ha capelli bianchi o argentei ed occhi bianchi o rossi, ma altre colorazioni non sono sconosciute.

La società dei Drow è governata da una potente nobiltà, a sua volta dominata da Matriarche sadiche e pericolose che tramano e complottano continuamente contro i casati minori rivali all'interno delle loro stesse famiglie. La maggioranza dei Drow è formata da soldati comuni e cittadini decadenti.

I Drow, invece, decisero di restare con lei e, assieme alla loro dea, furono scacciati dalla grazia di Arvandor, dove invece restarono gli altri elfi.
Questi ultimi furono letteralmente gettati nell'oscurità, diventarono una genia completamente dedicata a Lolth e ai suoi intrighi e - per molti, molti secoli - furono visti universalmente come creature malvagie. Infatti, la loro società è influenzata da Lolth e, dunque, è intrinsecamente malvagia. Con questo intendo dire che è una società disastrata, macchiata da schiavitù, magia oscura e traffici con i demoni.
Drider, drow rinnegati
Nelle società drow asservite al pericoloso culto di Lolth esistono alcuni individui che sfidano apertamente la Regina Ragno o le cui azioni mostrano una dose eccessiva di disinteresse per i suoi voleri, i suoi scopi e la sicurezza dei suoi sacerdoti e della sua società. Questi drow 'sospetti' di solito periscono a causa delle loro stesse azioni o vengono inviati in esilio per essere uccisi dai numerosi predatori che popolano il sottosuolo. In breve, i drider sono elfi trasformati dalla magia, attraverso un processo che coporta agonie indicibili, in creature aventi il corpo di ragni ma che mantengono le proprie sembianze di elfi dalla vita in su. I drider mantengono i ricordi, le personalità e le abilità della loro forma precedente. Al momento della trasformazione i drider diventano immuni a qualsiasi tipo di veleno ma perdono gran parte della loro resistenza alla magia. Amareggiati dal loro destino, i drider vivono banditi dalle comunità drow oppure isolati in aree sorvegliate del sottosuolo dove devono procurarsi da soli i mezzi di sostentamento. Molti drider desiderano la morte, specialmente in una battaglia contro i drow. Sono sempre spinti da una sete insaziabile di sangue, tipica della loro forma aracnide: devono consumare sangue almeno una volta ogni 4 giorni. I drider sono asessuati: Lolth vuole che la loro esistenza sia un tormento infinito e non desidera creare una razza che si opponga ai drow. Inutile dire che i drow adorano i ragni. Sono animali sacri per loro. 

Il Fauno

La leggenda vuole che i Drow sono quegli elfi che nei tempi antichi ascoltarono il richiamo di Lolth, come fecero in realtà un pò tutti gli elfi. Ma i Drow sono quelli che le sono rimasti fedeli. Subito dopo il tradimento di Lolth nei confronti di Corellon (il creatore degli elfi) e proprio mentre quel tradimento stava per essere completato, alcuni elfi udirono le voci delle altre divinità elfiche e decisero di fermarsi. Compresero che, anche se Corellon era un dio distante, era comunque il loro creatore e genitore e decisero di essergli fedeli. Così abbandonarono Lolth. 

I Drow, invece, decisero di restare con lei e, assieme alla loro dea, furono scacciati dalla grazia di Arvandor, dove invece restarono gli altri elfi.
Questi ultimi furono letteralmente gettati nell'oscurità, diventarono una genia completamente dedicata a Lolth e ai suoi intrighi e - per molti, molti secoli - furono visti universalmente come creature malvagie. Infatti, la loro società è influenzata da Lolth e, dunque, è intrinsecamente malvagia. Con questo intendo dire che è una società disastrata, macchiata da schiavitù, magia oscura e traffici con i demoni.
Drider, drow rinnegati
Nelle società drow asservite al pericoloso culto di Lolth esistono alcuni individui che sfidano apertamente la Regina Ragno o le cui azioni mostrano una dose eccessiva di disinteresse per i suoi voleri, i suoi scopi e la sicurezza dei suoi sacerdoti e della sua società. Questi drow 'sospetti' di solito periscono a causa delle loro stesse azioni o vengono inviati in esilio per essere uccisi dai numerosi predatori che popolano il sottosuolo. In breve, i drider sono elfi trasformati dalla magia, attraverso un processo che coporta agonie indicibili, in creature aventi il corpo di ragni ma che mantengono le proprie sembianze di elfi dalla vita in su. I drider mantengono i ricordi, le personalità e le abilità della loro forma precedente. Al momento della trasformazione i drider diventano immuni a qualsiasi tipo di veleno ma perdono gran parte della loro resistenza alla magia. Amareggiati dal loro destino, i drider vivono banditi dalle comunità drow oppure isolati in aree sorvegliate del sottosuolo dove devono procurarsi da soli i mezzi di sostentamento. Molti drider desiderano la morte, specialmente in una battaglia contro i drow. Sono sempre spinti da una sete insaziabile di sangue, tipica della loro forma aracnide: devono consumare sangue almeno una volta ogni 4 giorni. I drider sono asessuati: Lolth vuole che la loro esistenza sia un tormento infinito e non desidera creare una razza che si opponga ai drow. Inutile dire che i drow adorano i ragni. Sono animali sacri per loro. 

Il Fauno

I Drow, invece, decisero di restare con lei e, assieme alla loro dea, furono scacciati dalla grazia di Arvandor, dove invece restarono gli altri elfi.
Questi ultimi furono letteralmente gettati nell'oscurità, diventarono una genia completamente dedicata a Lolth e ai suoi intrighi e - per molti, molti secoli - furono visti universalmente come creature malvagie. Infatti, la loro società è influenzata da Lolth e, dunque, è intrinsecamente malvagia. Con questo intendo dire che è una società disastrata, macchiata da schiavitù, magia oscura e traffici con i demoni.

Inoltre è una società molto legata al genere, matriarcale per essere precisi, in aperto contrasto con le altre società malvagie di superficie che tendono ad essere patriarcali. Qui sono i maschi ad essere sottomessi. Detto questo, come ben sappiamo per via di Drizzt, il Drow più famoso, è possibile per un elfo oscuro (o per molti elfi oscuri) liberarsi dall'influsso di Lolth. In effetti, i Drow possiedono comunque il libero arbitrio. Molti Drow continuano su questa strada perché fornisce loro potere, specie visto che in questa loro società - più efficiente delle altre società elfiche nel radunare potere magico - essi sono in grado di comandare forze formidabili. Questi Drow possono fondare casati, hanno al loro servizio soldati di varie specie, mostri che possono richiamare con facilità e possono governare grandi sezioni del Sottosuolo. Questo perché, come molti altri mortali, anche i Drow sono attratti dal potere e la loro dea li nutre con esso, fino a quando non sono invischiati nella sua tela di inganni e tradimenti, sospinti dai sospiri della dea che li convince a pugnalarsi l'un l'altro in cerca di una briciola di potere in più.

Drider, drow rinnegati
Nelle società drow asservite al pericoloso culto di Lolth esistono alcuni individui che sfidano apertamente la Regina Ragno o le cui azioni mostrano una dose eccessiva di disinteresse per i suoi voleri, i suoi scopi e la sicurezza dei suoi sacerdoti e della sua società. Questi drow 'sospetti' di solito periscono a causa delle loro stesse azioni o vengono inviati in esilio per essere uccisi dai numerosi predatori che popolano il sottosuolo. In breve, i drider sono elfi trasformati dalla magia, attraverso un processo che coporta agonie indicibili, in creature aventi il corpo di ragni ma che mantengono le proprie sembianze di elfi dalla vita in su. I drider mantengono i ricordi, le personalità e le abilità della loro forma precedente. Al momento della trasformazione i drider diventano immuni a qualsiasi tipo di veleno ma perdono gran parte della loro resistenza alla magia. Amareggiati dal loro destino, i drider vivono banditi dalle comunità drow oppure isolati in aree sorvegliate del sottosuolo dove devono procurarsi da soli i mezzi di sostentamento. Molti drider desiderano la morte, specialmente in una battaglia contro i drow. Sono sempre spinti da una sete insaziabile di sangue, tipica della loro forma aracnide: devono consumare sangue almeno una volta ogni 4 giorni. I drider sono asessuati: Lolth vuole che la loro esistenza sia un tormento infinito e non desidera creare una razza che si opponga ai drow. Inutile dire che i drow adorano i ragni. Sono animali sacri per loro. 

Il Fauno

Cenni Fisici e Caratteriali:

I drow variano in forma, lineamenti e colore die capelli proprio come gli umani. L'unica eccezione a questa regola è il colore della loro pelle, sempre nero come la notte (con pochissimi casi di albinismo, nel qual caso la pelle è di color bianco avorio). La maggioranza dei drow è dotata di capelli bianchi fin dalla nascita, che si ingialliscono (nel caso delle femmine) o si ingrigiscono (maschi) e si fanno più radi in tarda età. Più raramente, alcuni drow possono avere capelli d'argento o color rame. Esistono infine drow che tingono deliberatamente le loro chiome di color argento (i devoti ad Elistrae...NON è il nostro caso). La maggior part dei drow ha gli occhi rossi, mentre alcuni possono averli verdi, castani o neri. Esistono anche casi di varie tonalità di grigio, ambra e rosa. Gli occhi dei drow si fanno più rossi quando gli elfi scuri provano rabbia o paura. Gli occhi gialli di solito denotano una malattia, un contagio, un avvelenamento o la presenza di una magia distruttiva. Il blu e il viola (e tutte le loro gradazioni) sono i colori più insoliti per gli occhi e normalmente indicano la presenza di progenitori umani o di elfi di superficie nella loro linea di sangue. I Denti dei drow possono essere neri, bianchi o viola. Le loro gengive, lingue e gole sono color rosa, rosso o viola. Le femmine dei drow tendono ad essere più grandi e forti dei maschi,ma entrambi i sessi sono di corpratura sottile, agile ed aggraziata, proprio come gran parte dei normali elfi appaiono agli occhi degli umani. L'altezza dei drow non va oltre il metro e 50... Gli occhi dei drow sono in grado di percepire le trame di calore attraverso l'aria e la roccia grazie alla loro infravisione della gittata di 36 metri. Se poste contro un fondale di fredda pietra grigia, il calore assume un alone progressivamente azzurro, viola, rosso e giallo man mano che la vicinanza è maggiore. Il calore può essere emesso da sorgenti d'acqua, lava, geyser e soffi d'aria. Proprio come un cacciatore di superficie usa le ombre proiettate dal sole, dalla luna e dalle altre fonti di luce, i drow hanno imparato ad utilizzare "le ombre" di queste tonalità per nascondersi quando vanno a caccia, riuscendo a "leggere" le varie tonalità di calore. Tuttavia, il significato dei vari aloni e degli schemi che essi formano risulta comprensibile solo dopo lunghi insegnamenti ed esperienze "sul campo". I Drow sono particolarmente orgogliosi della bellezza della loro architettura e amano evidenziare i loro lavori migliori su di essi l'incantesimo 'luminescenza perenne'. L'udito dei drow è sviluppatissimo: essi sono in grado di scoprire dove si trova l'acqua calcolando il tempo del rumore di una goccia che cade o che scorre, e a localizzare rocce instabili o crepacci riconoscendo il rumore del lento crepitare della roccia grezza. Le dita dei drow sono lunghe, esili e sensibili, dotate di un fnissimo senso tattile. Oltre ad essere utilizzate in un complesso linguaggio composto di gesti, simboli ed espressioni, esse sono in grado di percepire sottili "segni segreti" simili al braille poste sulle pareti rocciose, su messaggi scolpiti e in altri luoghi noti soltanto a loro. Tuttavia il loro senso dell'olfatto non è assai sviluppato: l'odore onnipresente della roccia e dell'aria chiusa, contaminato da distese di muffe, spore e funghi, aggiunto a quello dei corpi degli schiavi e degli altri drow è preponderante nell'atmosfera del sottosuolo, e copre quasi ogni altra percezione. Molti drow sono stati esposti in giovanissima età a pire sacrificali o a cerimonie che prevedono l'uso di incenso, il che ha ulteriormente occluso il loro senso dell'olfatto. I drow amano comunque i profumi, gi oli e gli incensi, ma il loro olfatto è tutt'al più acuto quanto quello di un umano medio e inferiore a quello di molti altri abitanti del Sottosuolo. Essi possiedono la visione notturna più elevata di qualunque altra razza dei vari regni ad eccezione forse dei Vampiri unici esseri che possono in qualche moto superarli in spostamenti al buio data la loro capacità anche di utilizzare gli ultrasuoni oltre che la visione.

I Drow superano raramente i sette secoli di vita, e il 94% muore per cause naturali prima di aver compiuto l'ottocentesimo anno di età. Vi sono individui che raramente possono vivere per più di mille anni, divenendo avvizziti e consunti. I Drow non dimostrano la loro età sino a quando raggiungono i seicento anni. 

Esiste infine una sottocategoria di questa razza chiamata I Rinnegati ....

Drider, drow rinnegati
Nelle società drow asservite al pericoloso culto di Lolth esistono alcuni individui che sfidano apertamente la Regina Ragno o le cui azioni mostrano una dose eccessiva di disinteresse per i suoi voleri, i suoi scopi e la sicurezza dei suoi sacerdoti e della sua società. Questi drow 'sospetti' di solito periscono a causa delle loro stesse azioni o vengono inviati in esilio per essere uccisi dai numerosi predatori che popolano il sottosuolo. In breve, i drider sono elfi trasformati dalla magia, attraverso un processo che coporta agonie indicibili, in creature aventi il corpo di ragni ma che mantengono le proprie sembianze di elfi dalla vita in su. I drider mantengono i ricordi, le personalità e le abilità della loro forma precedente. Al momento della trasformazione i drider diventano immuni a qualsiasi tipo di veleno ma perdono gran parte della loro resistenza alla magia. Amareggiati dal loro destino, i drider vivono banditi dalle comunità drow oppure isolati in aree sorvegliate del sottosuolo dove devono procurarsi da soli i mezzi di sostentamento. Molti drider desiderano la morte, specialmente in una battaglia contro i drow. Sono sempre spinti da una sete insaziabile di sangue, tipica della loro forma aracnide: devono consumare sangue almeno una volta ogni 4 giorni. I drider sono asessuati: Lolth vuole che la loro esistenza sia un tormento infinito e non desidera creare una razza che si opponga ai drow. Inutile dire che i drow adorano i ragni. Sono animali sacri per loro. 

Il Fauno