Consigli ed Avvertenze sulle Regressioni

11.05.2018

Consigli

  • Non auto ipnotizzarti per vari giorni consecutivi o troppo spesso. Provarci più del dovuto non farà che creare memorie poco accurate. Inoltre, se lasci passare un po' di tempo tra una sessione e l'altra (settimane o mesi), potresti scoprire di aver ricordato più di una volta le stesse cose, il che ti consentirà di capire se quello che hai visto è reale.
  • Usa le stesse parole e le stesse immagini prima di ogni seduta.
  • Preparati a riconoscere la verità in quello che vedi, servendoti dei tuoi sensi. Imparerai a capire cos'è reale. Avrai delle epifanie correlate a quella che è la tua vita attuale.
  • Potrebbe non funzionare immediatamente: continua a provarci.
  • L'autoipnosi ti consentirà di concentrarti unicamente su te stesso, senza alcun intervento esterno.
  • Per allenare la mente alle memorie di una vita passata, potresti usare l'induzione empirica, che si basa sulla lucidità mentale, sull'espansione delle potenzialità del cervello, sulla consapevolezza e sulla sensibilità.
  • Durante il periodo di pausa, scrivi i tuoi pensieri e le tue idee e pensa a come relazionare una vita passata al tuo presente. Potresti avere un'inclinazione ad amare o ad odiare una lingua, un genere musicale o un odore. Scoprirai una parte di te distante ma comunque familiare.
  • Non esagerare. Il processo dovrebbe essere semplice e naturale, senza tensioni.
  • La regressione alla vita passata è collegata alla memoria e al viaggio dell'anima. Riguarda, cioè, la tua vera essenza. Freud, Jung ed altri specialisti del settore sostengono che l'inconscio è difficile da esplorare, ma non impossibile.

Avvertenze

  • Durante la regressione e l'autoipnosi, potrebbero verificarsi accadimenti strani. Il fenomeno più comune è simile a quello dell'esperienza extracorporea, che ti darà la sensazione di galleggiare al di sopra di te stesso, come se lo spirito uscisse dal corpo. Sebbene sia rara, questa esperienza ci avvicina alla nostra spiritualità e ci rende più propensi a scoprire la nostra vita passata. Questo accadimento è solitamente accompagnato da un polso accelerato e da un movimento degli occhi simile a quello che avviene durante la fase REM.
  • Un altro fenomeno comune è quello della frammentazione. Le tue memorie diventeranno più vivide e il ritmo del polso aumenterà. Le immagini che vedrai saranno frammentate, come se fossero pezzi di una finestra rotta. Questa esperienza potrebbe sconcertarti; ad ogni modo, accetta tutte le cose strane che accadranno. Non preoccuparti. Concentrati per ritornare alla realtà focalizzandoti sul respiro e sentendo il tuo corpo.
  • Se vedi qualcosa di negativo in una vita passata, ricorda che puoi tornare subito al presente. Sebbene la luce protettiva ti avvolga, potresti ritrovarti di fronte ad una scena troppo dolorosa da sopportare. Apri gli occhi. Se scegli di continuare a vedere questi aspetti poco piacevoli, non dimenticare che non dovrai riviverli e che la luce ti proteggerà. È come guardare un film. Ripeti a te stesso che non possono farti del male.
  • In Occidente c'è molto scetticismo rispetto a questo tipo di esperienza perché la reincarnazione non è stata provata scientificamente.
  • Un antico proverbio cinese dice: "Non importa che un gatto sia bianco o nero; ciò che conta è che sappia catturare i topi". Da un punto di vista strettamente psicologico, non è importante se le esperienze di vita passata siano reali o parte della nostra immaginazione. Siccome hanno permesso a molta gente di trovare serenità e sollievo nella vita attuale, le spiegazioni scientifiche non sono necessarie.
  • Così come avviene con le altre forme di esperienza religiosa, dobbiamo mostrarci aperti o, almeno, tolleranti, rispetto all'esplorazione delle memorie di una vita passata. Potrebbero aiutarci a trovare soluzioni nella vita attuale.
  • Sono stati registrati numerosi casi di bambini, anche molto piccoli, che ricordavano le proprie vite passate; eventi, nomi e posti che riaffioravano senza averne mai sentito parlare prima. Molti di loro, con il passare degli anni, se ne sono dimenticati.
  • Analizza i tuoi sogni: potrebbero mostrarti dei sentieri da percorrere per scoprire le tue vite passate.
  • Non sottovalutare i dejà vu, dal momento che potrebbero fornirti indizi sulle tue vite passate.
  • Segui il tuo istinto. Quando avrai scoperto qualcosa su una vita passata e improvvisamente ti si aprirà un nuovo percorso nel presente relazionato a quello che eri, non lasciarti sfuggire la possibilità di conoscerlo.
  • Non confondere la verità con quello che vuoi vedere.

LadyDeath75