Ricordare le Vite Precedenti

11.05.2018

Prepara l'ambiente intorno a te. La temperatura non dovrà essere né troppo alta né troppo bassa. Chiudi le tende e spegni tutti i dispositivi elettronici. Se hai un generatore di rumore, accendilo per non ascoltare i suoni provenienti dall'esterno. Prova una di queste impostazioni: 


Rumore bianco, come quello emesso da una tv non sintonizzata.

  • Rumore rosa. Somiglia a quello di una cascata di montagna.
  • Rumore marrone. Ricorda il suono a distanza delle onde dell'oceano.

Rilassa la mente. Siediti o sdraiati, con il corpo e la mente in tranquillità. Sarà difficile concentrarti se hai sonno o sei distratto. 

Rilassa il corpo per qualche minuto prima di intraprendere il viaggio. 

Preparati. Chiudi gli occhi e mettiti comodo. Sdraiato sulla schiena, con le braccia lungo i fianchi, immagina di circondarti di una luce protettiva:

  • Lasciati avvolgere completamente dalla luce, che rappresenta l'amore e il calore, per proteggerti dalle influenze negative.
  • Visualizzala nella tua mente. Ripeti a te stesso: "Sto respirando e mi sto circondando di un'energia potente e protettiva. Questa energia sta costruendo un'aura intorno a me, uno scudo che mi protegge sempre".
  • Ripeti questa frase a te stesso per cinque volte, emettendo cinque inalazioni ed esalazioni. In seguito, concentrati solo sull'energia, permettendole di diventare sempre più luminosa e potente.

Inizia il viaggio. Immagina di trovarti in un lungo corridoio con una porta alla fine. Identifica tutti i dettagli del corridoio, lasciando fluire i tuoi pensieri. Non dovresti controllare le immagini che appariranno nella tua mente.

  • Il corridoio potrebbe essere tutto d'oro, in stile gotico, costruito con gemme o una foresta. Sarà la tua mente a scegliere.
  • Qualsiasi tipo di corridoio sia, usalo ogni volta in cui ti metti alla ricerca di una vita passata. Il corridoio rappresenta l'attesa che precede la scoperta di una delle vite passate.

Cammina lungo il corridoio facendo passi decisi. Visualizza ogni dettaglio mentre ti avvicini alla porta: suoni, odori, colori...

  • Arrivato alla fine, afferra la maniglia solo quando ti senti pronto. Visualizza questo momento, senti la consistenza e il suono della maniglia. Quando l'avrai abbassata, respira e spingi piano la porta.

Benvenuto in una tua vita passata. Accetta la prima immagine che apparirà al di là della porta. Se non ti soddisfa, non devi preoccupartene: quello che eri in un'altra vita esisteva prima ancora della tua nascita.

  • Potresti vedere qualcosa di astratto, come un colore, o un'immagine chiara e vivida, come una persona. Accetta quello che vedi. Sentilo. Conserva l'immagine nella tua mente ed apriti a tutte le possibilità. Censurarti non ti porterà da nessuna parte.
  • La visione astratta potrebbe diventare concreta. Per esempio, se all'inizio hai visto solo il colore giallo e poi si è formato un tappeto, potresti scoprire che il giallo altro non è che la luce che illumina il tappeto. Da lì, magari ti renderai conto che il tappeto si trova in una casa a Londra, e così via.
  • Stai vedendo davvero immagini di una vita passata o è tutto frutto della tua immaginazione? Con la pratica, imparerai a discernere.

Sii paziente. Se non vedi niente, prova a pensare a qualcosa che adori, come ad un hobby, ad una tua abilità o ad una destinazione di viaggio. Potresti chiederti: "Perché mi piace questa determinata cosa? Potrebbe essere relazionata ad una vita passata?".

  • Se non succede niente, prova il "metodo delle scarpe". Dai un'occhiata ai tuoi piedi e scegli il primo paio di scarpe che ritieni più adatto a te. Potresti vedere dei sandali ed associarli ad una tunica o un paio di tacchi abbinati ad un abito da sera.
  • Se quello che vedi ti sembra familiare ma non appartiene alla tua vita attuale, potresti esserti lasciato influenzare da una canzone o da un film!
  • Quando avrai ricordato qualcosa, anche solo un paio di scarpe, inizia la tua meditazione da lì. Comincia ogni sessione pensando a qualcosa che hai visto nella precedente. Procedi sempre dal noto all'ignoto.

Accetta quello che vedi, anche se a volte ti sembrerà di inventare immagini. Pure questo è parte del processo.

  • Queste visioni hanno sempre un fondo di verità. Imparerai a comprenderle solo dopo varie meditazioni, perché ti renderai conto che ci sono percorsi e dettagli che si ripetono.
  • Nel frattempo, devi scegliere di credere che quello che vedi è reale, o non andrai da nessuna parte. La tua mente analitica non farà che considerare ogni immagine come un prodotto della tua fantasia.

Ritorna al presente. In genere, questo passaggio avviene in maniera naturale, a meno che non intervenga la tua mente analitica o appaia qualcosa di spiacevole, che ti spingerà a riaprire bruscamente gli occhi.

  • Se fila tutto liscio e ti senti pronto per tornare alla tua vita attuale, riapri la porta e ripercorri il corridoio che avevi visualizzato. Ripeti a te stesso che, quando avrai raggiunto questo punto di partenza, ricomincerai da zero e ricorderai chiaramente la vita passata.

LadyDeath75